Best practice sull'uso delle appliance con deduplica

KB ID:
1745
Prodotto:
Veeam Backup & Replication
Versione:
6.x, 7.x, 8.x, 9.x
Pubblicato:
Last Modified:
2020-05-14
KB Languages:
EN | ES

Challenge

Quando si esegue il backup da Veeam Backup & Replication verso un storage appliance con deduplica, la performance o la percentuale di deduplicazione è bassa se non vengono utilizzate le impostazioni delle best practice. 

Soluzione

Le opzioni predefinite di Veeam Backup & Replication sono destinate per storage senza deduplica.

Se si utilizzano i sistemi storage di deduplicazione, è necessario configurare ulteriormente l'architettura di backup e le impostazioni Veeam per ottenere le migliori prestazioni. Di seguito sono riportate alcune opzioni di configurazione hardware e software che possono essere utilizzate con gli storage di deduplicazione. In alcuni casi, potrebbe essere necessario combinare più di un'opzione, ma in tutti i casi, si consiglia vivamente di consultare il proprio rivenditore di dispositivi di deduplicazione e / o un rivenditore a valore aggiunto per discutere delle esigenze individuali.

Per la pianificazione generale dell'architettura, le best practice di Veeam raccomandono di seguire la regola di backup 3-2-1:

3: Conservare almeno tre copie dei dati e delle applicazioni. La copia che stai utilizzando principalemente e due backup. In questo modo, se uno dei backup non è disponibile per qualsiasi motivo (ad esempio, se tiene il backup insieme con la copia principale e entrambi non sono disponibili), il restore sarà comunque possibile.

2: Archiviare i tuoi backup su almeno due tipi di storage. Uno dei motivi è che ogni tipo di storage ha le proprie vulnerabilità e non si desidera che entrambi i backup siano sensibili allo stesso problema. 

Ad esempio: gestisci la tua azienda su un sistema di archiviazione rapido per scopi generici e archivia i tuoi backup su un sistema di archiviazione specializzato a tale scopo o su un server separato con dischi locali.

1: Conservare uno dei backup in un posto diverso. Prendi in considerazione una crisi nel tuo data center primario, come un incendio o un'interruzione di corrente. Se tutte le copie si trovano nello stesso posto, possono essere colpite tutte, eliminando l'organizzazione.

Per raggiungere questi obiettivi, utilizza le best practice Veeam. Tuttavia, ogni fornitore di storage con deduplica dispone di specifici set di funzionalità univoci che consentono l'utilizzo dei propri archivi in modi diversi. Controllare i seguenti link per le linee guida specifiche del fornitore:

 

General Deduplication Storage Best Practices

 

Passo 1:  Creazione di backup sul sito primario con conservazione a lungo termine.

Utilizzare un sistema di archiviazione del backup (sistema di archiviazione per scopi generici) per backup primari a breve termine e settare Veeam di copiare i backup su un sistema storage di deduplicazione per la conservazione a lungo termine.
User-added image
Una variante di questo approccio consiste nell'utilizzare un server standard con controller RAID alimentato a batteria e dischi per archiviare i backup primari (approccio cache) e utilizzare la backup copy nei sistemi storage di deduplicazione per la conservazione a lungo termine.

User-added image

Passo 2: Aggiungere una destinazione offsite.

Oltre agli scenari di cui sopra, è possibile utilizzare le seguenti opzioni per creare una copia off-site dei dati.

 
1. Posizionare uno storage di deduplicazione sul secondo sito. Utilizzare un job di tipo backup copy in Veeam per creare il backup secondario fuori sede dal backup primario.  
User-added image
2. Posizionare uno storage di deduplicazione su entrambi i lati:  
User-added image
3. Posizionare uno storage di deduplicazione sul lato primario e utilizzare object storage o il nastro sul secondo sito. Utilizzare il backup su nastro di Veeam oppure Veeam scale-out backup repository cloud tier (connessione al object storage) per archiviare i dati fuori sede.
User-added image

Lo scenario sopra riportato riflette le best practice generali. Si prega di contattare il fornitore del storage di deduplicazione per ulteriori indicazioni e controllare i link del fornitore forniti sopra per ulteriori scenari utilizzabili con lo storage specifico.
 

Best Practices For Deduplication Storage Systems

 

Backup Chains


Veeam offre varie opzioni di catene di backup, ma per gli storage di deduplicazione si consiglia quanto segue:
  • General Deduplication Storages / ExaGrid / Quantum DXI + Backup Copy Job che legge da una catena di backup sorgente:
Per ottimizzare le prestazioni del storage di deduplicazione, selezionare almeno un punto di ripristino GFS (il backup settimanale è obbligatorio per gli storage di deduplicazione). Abilitare l'opzione “Read the entire restore point from source backup instead of synthesizing it from increments” per evitare la creazione di punti di ripristino sintetici dallo storage di deduplicazione (reidratazione dei dati). 
User-added image 
  •  HPE StoreOnce Catalyst / Dell EMC DataDomain DDboost  + Copy Over WAN + Backup Copy Job:

L'opzione descritta in precedenza fornisce la performance alta in situazioni che non comportano il trasporto tramite collegamenti WAN. Inoltre, l'integrazione con Catalyst e Dell EMC DDBoost consente di utilizzare il modo sintetico. Per questi ambienti non selezionare l'opzione “Read the entire restore point from source backup instead of synthesizing it from increments” ma lasciare il backup settimanale GFS abilitato.
User-added image

  • Scenari speciali basati sulle guide del fornitore + Backup Job con Active Full o Synthetic Full Backup:
Le best practice del fornitore e le guide alla progettazione menzionano situazioni in cui uno storage di deduplicazione può essere utilizzato come destinazione di backup principale. A seconda delle linee guida, selezionare la modalità di backup incrementale con backup completo attivo o sintetico.
User-added image
User-added image
Quando Exagrid viene utilizzato come destinazione di backup principale, si consiglia di abilitare l'opzione GFS. La prego di vedere Best Practices for ExaGrid.

User-added image

Inline Deduplication

Disabilitare l'opzione inline deduplication quando si scrive negli storage di deduplicazione.
User-added image
User-added image

Tuttavia, per i storage di deduplicazione che hanno una "landing zone" non deduplicata (come ExaGrid) e si fa backup solo di macchine virtuali, è possibile risparmiare spazio abilitando l'opzione inline deduplication

User-added image
User-added image
 

Compression

Per impostazione predefinita, il livello di compressione per agente du trasporto source è impostato su “optimal” per ridurre i dati che devono essere trasportati sulla rete. Il repository o il server gateway decomprimono i dati prima di scriverli nel dispositivo di deduplicazione..

Per i job di backup copy, impostare il livello di compressione su “Auto” per lasciare i dati nel modo in cui sono stati archiviati originariamente sulla destinazione di backup principale.

Per i dispositivi di deduplicazione che hanno una "landing zone" non deduplicata (come ExaGrid) e si fa backup solo di macchine virtuali, è possibile risparmiare spazio impostando il livello di compressione su “Dedup Friendly” e deselezionando l'opzione “Decompres backup data blocks before storing”.

Le best practices generali sono: 
User-added image
User-added image
User-added image

 

Block Size

Veeam può utilizzare blocchi di dimensioni diverse per archiviare i backup. La dimensione del blocco è definita nelle impostazioni del job di backup e verrà mantenuta su tutte le copie. Per i job non-VM questa impostazione va settata a “Local Target” e non può essere modificata.

Le modifiche delle dimensioni del blocco vengono attivate solo dopo un Active Full e verranno utilizzate solo per le nuove catene di backup (i dati già archiviati non vengono toccati).

Solo 2 impostazioni della dimensione del blocco sono consigliate per l'utilizzo del storage di deduplicazione nei backup di macchine virtuali:
 
  • Storage optimization: Local target (large blocks)
Utilizzare questa opzione per qualsiasi storage di deduplicazione generale / HPE StoreOnce Catalyst / Dell EMC DataDomain DDboost / Quantum DXi. 
User-added image
  • Storage optimization: Local target 

Utilizzare questa opzione per ExaGrid.
User-added image

 

Block Alignment

Per default, questa impostazione avanzata di repository è disabilitata. Abilitarla per gli storage di deduplicazione che usando dimensione di blocco fissa (ad es. Deduplicazione ONTAP NetApp) o in situazioni in cui è possibile utilizzare la Fast Cloning di ReFS / XFS.. 
 

Encryption

La crittografia creerà dati randomici nello storage di backup; di conseguenza, gli storage di deduplicazione non funzioneranno in modo efficace. Si consiglia di non utilizzare la crittografia con gli storage di deduplicazione.
 

Health Check

Il Health check legge tutti i dati dall'ultimo punto di ripristino e attraverso tutta la catena di backup. Se utilizzati con gli storage di deduplicazione, questi dati vengono reidratati, che può causare un processo lento. Si consiglia di abilitare il Health check sul job di backup primario prima che i dati vengano trasportati dal job di backup copy in uno storage di deduplicazione.

  
Veeam Defragmentation And Compact Settings

Se hai seguito le guide sopra descritte, non esiste la necessità per questa impostazioni. Si consiglia di disabilitarla.

Valuta la qualità di questo articolo della KB: 
4.1 out of 5 based on 48 ratings

Non riesci a trovare ciò che cerchi?

Qui sotto è possibile proporre un’idea per un nuovo articolo della knowledge base.

Report a typo on this page:

Please select a spelling error or a typo on this page with your mouse and press CTRL + Enter to report this mistake to us. Thank you!

Spelling error in text:

Invio