Numero telefonico per le vendite: +33 (805) 080 476 | 08:00 - 18:00 CET | ENG, DEU, FRA, RUS
Italiano

Tutte le novità di Veeam ONE 9.5

Veeam® ONE ™ 9.5, parte integrante della Veeam Availability Suite ™, è un potente strumento di monitoraggio, reportistica e capacity planning. Offre la visibilità completa nell’intero ambiente IT, inclusi i carichi di lavoro virtuali, fisici e basati su cloud. Con il supporto per VMware vSphere e Microsoft Hyper-V, Veeam ONE fornisce il monitoraggio e le notifiche proattivi tramite strumenti interattivi, in modo da avvisare l'utente di eventuali problemi prima ancora che compromettano l’operatività. Segue un elenco delle principali nuove caratteristiche e funzionalità introdotte con Veeam ONE 9.5 e successivi aggiornamenti.

Veeam ONE 9.5 Update 3: Novità

Veeam ONE 9.5 Update 3 include moltissimi miglioramenti e correzioni di bug. Segue un elenco dei miglioramenti più significativi:
Generale
  • Monitoraggio e reportistica di backup dei Veeam Agents. Veeam ONE ora include monitoraggio e reportistica per Veeam Agent for Microsoft Windows e Veeam Agent for Linux.
  • Supporto dei tag di posizione. I report predefiniti di Veeam ONE e l'interfaccia utente di monitoraggio ora supportano i tag di posizione per VM, host e computer configurati in Veeam Backup & Replication per rispettare il controllo completo dei dati. 
  • Supporto per Microsoft SQL Server 2017. Veeam ONE ora supporta completamente Microsoft SQL Server 2017.
  • Supporto per Microsoft Windows Server 2016 versione 1709. Veeam ONE ora supporta completamente Microsoft Windows Server 2016, versione 1709
Monitoraggio
  • Monitoraggio dei job di Veeam Agent. Veeam ONE ora monitora i job di backup di Veeam Agent configurati nei server di Veeam Backup & Replication.
  • Monitoraggio delle policy di Veeam Agent. Veeam ONE ora monitora i job di backup di Veeam Agent configurati nei server di Veeam Backup & Replication.
  • Raccolta dati di backup Veeam migliorata. Con l’Update 3, gli utenti potranno sfruttare una raccolta dei dati più rapida dai server Veeam Backup & Replication, in particolare nelle implementazioni su ampia scala.
  • Raccolta dati di Hyper-V migliorata. Con l’Update 3, gli utenti potranno sfruttare una raccolta di dati più stabile da Microsoft Hyper-V, in particolare nelle implementazioni su ampia scala. 
  • Allarme di carico server di Veeam ONE. Questo allarme notifica agli utenti l'elevato carico del server di Veeam ONE per garantire la stabilità del carico di lavoro
  • Nuove metriche delle VM. Veeam ONE ora include i contatori “Spazio utilizzato dalla VM per datastore” e “Spazio di provisioning della VM per datastore” per identificare lo spazio occupato nel datastore da una VM e dai file corrispondenti.
  • Impostazione del percorso della cache delle prestazioni. Veeam ONE consente ora agli utenti di modificare la posizione della cache delle prestazioni nell'interfaccia utente del client di monitoraggio.
Reportistica
  • Report sui computer protetti. Questo report elenca tutti i computer protetti e non protetti che eseguono un Veeam Agent.
  • Panoramica sul controllo completo dei dati. Questo report elenca tutti gli oggetti protetti, i backup e le repliche raggruppati in base a un tag di posizione.
  • Violazioni sul controllo competo dei dati. Questo report mostra le potenziali violazioni del controllo completo sui dei dati su tutti gli oggetti protetti.
  • Reportistica basata sulla posizione. Veeam ONE offre ora un'opzione per generare report basati sui tag di posizione configurati in Veeam Backup & Replication.
  • Report sull'infrastruttura di backup personalizzata migliorato. “Last Run Duration (sec)” )” (“Durata ultima esecuzione (sec)”) è stato aggiunto all’elenco dei parametri del report. 
Veeam Cloud & Service Provider
  • Report sull'inventario di Cloud Connect migliorato: questo report ora visualizza l'utilizzo della chiave di licenza per VM. 
  • Integrazione di vCloud Director migliorata. Ora Veeam ONE memorizza nella cache le credenziali utente per consentire l’accesso più veloce al client di monitoraggio. 
  • Memorizzazione nella cache delle credenziali tenant. Questa funzionalità consente di risparmiare tempo sul controllo delle autorizzazioni sull'infrastruttura ad ogni accesso del tenant.

Veeam ONE 9.5 Update 1: Novità

Veeam ONE 9.5 Update 1 ha incluso moltissimi miglioramenti e correzioni di bug, tra cui i seguenti:
Generale
  • Supporto di VMware vSphere 6.5. Veeam ONE consente ora la reportistica e il monitoraggio su host vSphere 6.5 e vCenter Server. 
  • Supporto per localizzazioni asiatiche. La console Veeam ONE ora supporta l'installazione su sistemi operativi con impostazioni locali asiatiche. L’Update 1 è stato testato su tutte le localizzazioni asiatiche più comuni da parte di Veeam QC e convalidato dai team Veeam locali delle sedi corrispondenti.
Monitoraggio
  • Richiesta di memoria per VM Hyper-V 2016. Veeam ONE mostra ora la richiesta di memoria per le VM configurate con memoria statica.
Reportistica
  • Report sull'infrastruttura di backup personalizzata migliorato. Sono state aggiunte altre proprietà dell'oggetto di backup Veeam all'elenco dei parametri del report.
  • Report sullo stato dei backup delle VM migliorato. Questo report consente ora di filtrare le VM in base ai backup copy job (copia del backup).
Scopri di più sui miglioramenti integrati in Veeam ONE 9.5 Update 1 nel seguente articolo della Knowledge Base.

Veeam ONE 9.5 Novità: Funzionalità generali

Implementazione
  • Supporto per Windows Server 2016: tutti i componenti di Veeam ONE possono essere installati sulla piattaforma Windows Server 2016. 
  • Supporto per SQL Server AlwaysOn: è ora possibile implementare un database di Veeam ONE su un Always On Availability Group. 
  • Connessione HTTP a un sito Web: per impostazione predefinita, i siti Web Veeam ONE ora utilizzano connessioni HTTP per tutte le nuove installazioni.
Motore di raccolta dati
  • Modalità di raccolta dei dati di backup: in questa modalità, Veeam ONE raccoglie solo i dati Veeam Backup & Replication™ e ignora i dati sulle prestazioni dell'infrastruttura virtuale. Ciò consente di migliorare la scalabilità del server Veeam ONE in uso. 
  • Modalità di scalabilità avanzata migliorata: questa modalità raccoglie le metriche delle prestazioni utilizzate in allarmi e report predefiniti. Ciò consente agli utenti di migliorare la scalabilità del server Veeam ONE in uso. 
  • Selezione granulare delle metriche delle prestazioni: il motore di raccolta dati migliorato ora consente agli utenti di selezionare le singole metriche delle prestazioni per ogni tipo di oggetto monitorato (ad esempio VM, host, datastore), per migliorare la scalabilità del server Veeam ONE.
Dashboard e widget
  • Motore di condivisione dashboard migliorato: il motore di condivisione della dashboard migliorato consente di concedere ad altri utenti Windows l'accesso a dashboard specifiche senza fornire l’accesso completo a tutte.
Allarmi
  • Allarme rilevamento ransomware: questo nuovo allarme avvisa gli utenti se le VM monitorate riscontrano un utilizzo anomalo della CPU e alti tassi di scrittura sul datastore a causa di potenziali attività ransomware. 
  • Allarme cache del disco: questo allarme interno consente agli utenti di monitorare gli errori durante un'operazione di scrittura dei dati sulle prestazioni nella cartella del disco. 
  • Generatore di allarmi personalizzato: ora gli allarmi predefiniti e personalizzati possono essere utilizzati come trigger per un altro allarme personalizzato, abilitando quindi la logica avanzata di rilevamento dei problemi. 
  • Logica di eliminazione degli allarmi migliorata: un nuovo motore consente di eliminare gli allarmi di latenza per tutte le VM situate insieme sullo stesso datastore con una VM di backup. 
  • Opzioni di eliminazione degli allarmi: ora gli utenti possono eliminare gli allarmi basati sul periodo di tempo e sulle attività di backup. In precedenza era possibile selezionare soltanto un’opzione. 
  • Logica di creazione degli allarmi migliorata: modificare le impostazioni degli allarmi ora è più intuitivo, e consente di proteggersi dalle perdite accidentali di impostazioni non salvate.  
  • Motore di modellazione degli allarmi migliorato: Il motore di modellazione degli allarmi consente ora la selezione di un oggetto specifico nel relativo ambito, tenendo conto degli allarmi con diverse regole specificate, rispettandone le impostazioni di eliminazione. 
  • Motore di assegnazione degli allarmi migliorato: Quando vengono importati da un altro server Veeam ONE, gli allarmi possono ora essere assegnati ad oggetti dell'infrastruttura virtuale e di backup con un solo clic.
  • Logica di assegnazione degli allarmi VM migliorata: ora tutti gli allarmi VM possono essere assegnati a un datastore e a oggetti host. In precedenza, gli utenti dovevano selezionare solo oggetti VM. 
  • Supporto delle definizioni di allarme configurate nelle versioni precedenti di Veeam ONE: ora le definizioni di allarme create nella v8 possono essere importate nelle versioni successive di Veeam ONE. Questa opzione può essere utilizzata se è necessario migrare le definizioni di allarme da un'installazione all'altra.
Monitoraggio
  • Scheda panoramica sulle VM migliorata: questa scheda ora include informazioni sullo spazio consumato dai dischi virtuali delle VM per ciascun oggetto del datastore. 
  • Opzione di monitoraggio granulare per VM: Veeam ONE 9.5 consente agli utenti di selezionare VM specifiche per il monitoraggio. 
  • Rilevamento dei problemi di prestazioni migliorato: ora gli allarmi relativi alle prestazioni si attivano solo quando una metrica delle prestazioni rimane costantemente al di sopra della soglia per un determinato periodo di tempo. In precedenza, gli allarmi venivano generati in base all'utilizzo medio in un determinato periodo di tempo. 
  • Gestione delle interruzioni della connessione di rete migliorata: le brevi interruzioni della connessione di rete non incidono più sull'avanzamento dei job di raccolta dei dati. 
Reportistica
  • Report di chargeback sulla configurazione della VM: questo report genera un audit delle VM e identifica quelle con i costi maggiori e minori in base alla configurazione corrente. 
  • Report di chargeback sulle prestazioni della VM: questo report genera un audit delle VM e identifica quelle con i costi maggiori e minori in base alla CPU e all’utilizzo delle metriche delle prestazioni di memoria e CPU. 
  • Report di chargeback sulla configurazione dell’host: questo report genera un audit dei costi dell’infrastruttura e identifica le VM con i costi maggiori e minori in base al prezzo dell’hardware e alle attuali configurazioni della VM. 
  • Report di chargeback sull’utilizzo delle risorse di hosting: questo report genera un audit delle VM dalle risorse dell’host disponibili (CPU e memoria) e identifica le VM con i costi maggiori e minori in base alla configurazione dell’host. 
  • Tempi di generazione dei report migliorati: con Veeam ONE 9.5, i tempi di generazioni dei report sono stati ridotti in modo significativo.
Categorizzazione Business View
  • Supporto nativo per i tag di vSphere: il componente Business View di Veeam ONE è stato completamente riconfigurato per l’utilizzo dei tag di vSphere invece degli attributi personalizzati. 
  • Maggior numero di categorie supportate: il numero di categorie che gli utenti possono creare è stato portato a 50. 
Progetti di implementazione
  • Motore per progetti d'implementazione migliorato: quando si modella una situazione di disaster recovery (DR) o si esegue il capacity planning, l'ambito della VM non è più limitato a un solo sito. È ora possibile selezionare le VM per il report utilizzando l'intero ambito dell'infrastruttura. 
Altro
  • Report sull'utilizzo della licenza per VM: ora i provider di servizi hanno la possibilità di generare report sull'utilizzo della licenza grazie a un motore di reportistica integrato. 
  • Aggiornamento dell'interfaccia utente del client di monitoraggio Veeam ONE: L'interfaccia utente di Veeam ONE è stata aggiornata con nuove icone e stili per migliorare la compatibilità NOC. 
  • Miglioramento del tempo di risposta dell'interfaccia utente del client di monitoraggio Veeam ONE: L'interfaccia utente è ora aggiornata in modo incrementale per ogni riquadro di navigazione. 
  • Modifica del nome del processo del client di monitoraggio Veeam ONE: il processo del client di monitoraggio Veeam ONE è stato rinominato per evitare conflitti durante un aggiornamento, incluse le applicazioni esistenti che condividono lo stesso nome. 
  • Opzione di accesso automatico del client di monitoraggio Veeam ONE: ora gli utenti possono avviare il client di monitoraggio Veeam ONE con parametri di accesso automatico (consigliato per le viste NOC). 
  • Procedura di accesso ai siti Web migliorata: Veeam ONE Reporter e Veeam ONE Business View ora possono riutilizzare le credenziali utente Windows registrate durante l'accesso all'interfaccia utente. 
  • Opzioni della retention policy migliorate: con la versione 9.5, la retention policy ha un'impostazione separata per dati sulle prestazioni, eventi e dati di backup Veeam. 
  • Comportamento del controllo di ricerca migliorato: con la versione 9.5, il controllo di ricerca filtra immediatamente gli oggetti e conserva un filtro di ricerca quando si passa dall'infrastruttura virtuale alla struttura ad albero di oggetti di Business View. 
  • Usabilità dell’interfaccia utente migliorata:: il client di monitoraggio Veeam ONE è ora dotato di una barra di avanzamento per tutte le operazioni e le attività eseguite da un utente. 
  • Utility di supporto Veeam ONE migliorata: ora è possibile selezionare le singole metriche delle prestazioni ai fini di monitoraggio. È consigliabile utilizzare questa opzione quando è necessaria la massima flessibilità e una maggiore scalabilità. 
  • Attività di manutenzione del database Veeam ONE: Veeam ONE 9.5 include un'attività di manutenzione del database integrata. 
  • Usabilità migliorata per le viste di riepilogo del client di monitoraggio Veeam ONE: ora gli elementi inclusi nella legenda di un grafico a torta possono essere utilizzati per il filtraggio degli allarmi. 

Novità: Backup

Dashboard e widget
  • Pacchetto widget di Veeam Backup & Replication migliorato: ora tutti i widget possono essere configurati in base a un intervallo di reportistica “ultimi sette giorni”. 
Allarmi
  • Allarme VM senza backup migliorato: questo allarme ora include un supporto avanzato per i gruppi di Business View, eliminando il rilevamento di falsi positivi quando una VM viene migrata da un gruppo a un altro. 
  • Allarme della finestra di trasferimento dati del backup copy job (copia del backup): questo allarme consente il monitoraggio quando un backup copy job (copia del backup) supera la finestra di trasferimento dati configurata.
Reportistica
  • Report dei dati dell'infrastruttura di backup personalizzato: consente di creare un report di backup Veeam con parametri, filtri, oggetti e proprietà personalizzati. Questo report è ideale se utilizzato quando è richiesta la massima flessibilità. 
  • Report dei file di backup su nastri GFS: questo report fornisce informazioni sui backup storici archiviati su media pool di nastri GFS. 
  • Report panoramico sullo stato attuale degli allarmi di backup migliorato: ora gli utenti possono selezionare nuovi parametri per filtrare gli allarmi per tipo. 
  • Report sull’attività del restore operator migliorato: sono ora disponibili per la selezione nuovi intervalli di tempo (ad esempio l’ultimo giorno, settimana o mese). 
  • Report sullo stato dei backup delle VM migliorato: questo report offre agli utenti la possibilità di selezionare i backup copy job (copia del backup) nell'ambito della reportistica e la possibilità di selezionare gli ultimi sette giorni come periodo per il report. 
  • Report con le informazioni storiche relative ai job di backup migliorato: il report approfondito ora include la modalità di trasporto dei backup per ogni VM elaborata. 
  • Report sull'inventario dei backup migliorato:: questo report include ora il tipo di licenza di Veeam Backup & Replication (ad es. noleggio e sottoscrizioni).
  • Report sulla crescita dei file di backup Veeam migliorato: questo report include ora i rapporti di compressione e deduplica per ogni file di backup creato, consentendo di analizzare i tipi di dati copiati sull'intera catena dei file di backup. 
  • Report panoramico sui job SureBackup® migliorato: la durata dei job è ora disponibile per ogni job di SureBackup visualizzato nel report.
Altro
  • Aggiornamento della struttura del pacchetto Veeam Backup & Replication: questo pacchetto è stato suddiviso in sotto-pacchetti separati per una migliore usabilità e ricerca dei report. 
  • Motore di rilevamento di Veeam Backup & Replication migliorato: se la console Veeam ONE dispone già di un server Veeam Backup & Replication registrato gestito da Veeam Backup Enterprise Manager e gli utenti tentano di aggiungere Veeam Backup Enterprise Manager alla console di backup, Veeam ONE posizionerà automaticamente il server di backup registrato sotto il nodo di Veeam Backup Enterprise Manager. Ciò consente di evitare duplicazioni e configurazioni errate nei report di backup Veeam.

Novità: Veeam Cloud Connect

Monitoraggio
  • Visualizzazione dei top tenant migliorata: questa vista mostra ora i tenant che utilizzano i job di replica in Veeam Cloud Connect.
Allarmi
  • Allarme backup delle VM in repository cloud: questo allarme consente ai provider di servizi di tracciare il numero di backup delle VM archiviati nel repository cloud.
Reportistica
  • Report utente di Veeam Cloud Connect (replica): questo report fornisce i dati sull’attività di replica di un utente di Veeam Cloud Connect e sulla quota di utilizzo dell’ultimo periodo. 
  • Report utente di Veeam Cloud Connect (backup) migliorato: questo report comprende un nuovo layout e nuovi parametri (dati trasferiti) aggiunti ai fini di reportistica. 
  • Report sull'inventario di Cloud Connect migliorato: questo report include ora nuovi tipi di licenza per un server Veeam Backup & Replication. 
  • Report sulla compatibilità di backup dei tenant. Questo report mostra le versioni di prodotto di tutti i server di backup dei tenant per evitare incompatibilità. 

Novità: Microsoft Hyper-V

Monitoraggio
  • Monitoraggio dei dischi guest: Veeam ONE è ora in grado di eseguire query sui dati relativamente alla capacità dei volumi in-guest e allo spazio libero. Questi dati sono visualizzati nella scheda di riepilogo per ogni VM. 
  • Monitoraggio dell’attività di backup Veeam: ora è possibile eliminare tutti gli allarmi durante l’attività di Veeam Backup & Replication. 
  • Possibilità di monitorare le VM schermate e gli host Hyper-V protetti: Veeam ONE è ora in grado di monitorare le metriche delle prestazioni delle VM protette con BitLocker. 
Allarmi
  • Allarme dei dischi guest: questo nuovo allarme avvisa gli utenti quando i dischi guest esauriscono lo spazio disponibile o violano la soglia predefinita. 
  • Allarme relativo alla pressione sulla memoria corrente migliorato: questo allarme viene aggiornato con nuovi valori predefiniti di “best practice” e consente una maggiore flessibilità nell'impostazione delle soglie. 
  • Allarme relativo alla pressione sulla memoria media dell’host migliorato: questo allarme viene aggiornato con nuovi valori predefiniti di “best practice” e consente una maggiore flessibilità nell'impostazione delle soglie. 
  • Allarme arresto della VM da parte dell'host: questo allarme viene attivato quando una VM viene arrestata da un host Hyper-V. Gli utenti possono iniziare a utilizzare l'allarme abilitandolo nel client di monitoraggio Veeam ONE. 
  • Allarme arresto della VM da parte di un guest: questo allarme viene attivato quando una VM viene arrestata da un sistema operativo guest. Gli utenti possono iniziare a utilizzare l'allarme abilitandolo nel client di monitoraggio Veeam ONE.
Reportistica
  • Report sullo spazio libero del disco guest avanzato: questo report analizza i dischi guest delle VM e ne mostra la capacità, la quantità di spazio libero su disco, le tendenze di utilizzo dello spazio su disco e prevede il numero di giorni rimanenti perché un disco raggiunga la soglia specificata. 
  • Report panoramico dello stato attuale degli allarmi: questo report valuta lo stato di salute dell'infrastruttura e consente agli utenti di semplificare la risoluzione dei problemi. 
  • Report sulle VM sovradimensionate migliorato: è stato aggiunto l’utilizzo effettivo della memoria delle VM con la configurazione della memoria statica (solo Hyper-V 2016). Dovrebbe contribuire a misurare meglio le risorse sprecate e fornire raccomandazioni più precise.
Dashboard e widget
  • Dashboard dell’infrastruttura Hyper-V migliorata: un widget sulle risorse sprecate è stato aggiunto alla dashboard.

Novità: VMware vSphere

Reportistica
  • Report panoramico dello stato attuale degli allarmi migliorato: Veeam ONE 9.5 include ora una sezione di riepilogo e nuovi parametri per filtrare gli allarmi per tipo. 
  • Report sui file inutilizzati migliorato: è stato aggiunto il numero di file inutilizzati per ciascun datastore visualizzato nel report. 
  • Report sullo spazio libero del disco guest migliorato: sono stati aggiunti i valori relativo e assoluto per l’utilizzo dello spazio su disco nel report approfondito. 
  • Report panoramico sull’infrastruttura VMware migliorato: sono stati aggiunti i dati di allocazione dell’host (CPU, memoria, storage) ai dettagli del report.
vCloud Director
  • Supporto per diversi server vCloud Director: ora Veeam ONE è in grado di monitorare più infrastrutture vCloud Director utilizzando lo stesso vCenter Server.