Numero telefonico per le vendite: +33 (805) 080 476 | 08:00 - 18:00 CET | ENG, DEU, FRA, RUS
Italiano
White paper

Proteggi i dati dalle minacce ransomware

Please rate how helpful this article was to you:
5 out of 5 based on 1 ratings
Thank you for helping us improve!
An error occurred during voting. Please try again later.
Tags: HPE Storage 8.0
Pubblicato: Gennaio, 2018

Il ransomware si è evoluto in una potente minaccia informatica, in grado di mettere a tappeto robuste soluzioni di sicurezza. Gli attacchi ransomware si stanno diffondendo, diventando sempre più sofisticati, con conseguenti perdite finanziarie, danni all’identità del marchio e perdita di dati per le aziende di tutto il mondo.

Una solida protezione dei dati dal ransomware richiede un approccio proattivo, una pianificazione attenta e l’implementazione delle best practice del settore, come la regola del backup 3-2-1. Sfruttando questa regola, gli amministratori IT possono garantire un elevato livello di ridondanza, oltre a ottimizzare l’uptime delle applicazioni e la protezione dei dati. In questo modo, le organizzazioni possono evitare di pagare il riscatto in caso di attacco informatico e sfruttare una robusta soluzione di disponibilità dei dati.

La soluzione formata da Veeam e Hewlett Packard Enterprise (HPE) è facile da installare e ricca di funzionalità estremamente utili che la rendono una soluzione di disponibilità dei dati di classe enterprise: test ambientali, rapido ripristino o recupero dei dati o blocco dell’infrastruttura.

Leggi questo brief sulla soluzione congiunta contro il ransomware di Veeam e Hewlett Packard Enterprise (HPE) che descrive in dettaglio l’ascesa degli attacchi ransomware, i rischi del ransomware per l’azienda e per l’IT e spiega come è possibile integrare e istallare le piattaforme di storage HPE con il software Veeam per contrastare le minacce ransomware degli hacker.

Il ransomware si è evoluto in una potente minaccia informatica, in grado di mettere a tappeto robuste soluzioni di sicurezza. Gli attacchi ransomware si stanno diffondendo, diventando sempre più sofisticati, con conseguenti perdite finanziarie, danni all’identità del marchio e perdita di dati per le aziende di tutto il mondo.

Una solida protezione dei dati dal ransomware richiede un approccio proattivo, una pianificazione attenta e l’implementazione delle best practice del settore, come la regola del backup 3-2-1. Sfruttando questa regola, gli amministratori IT possono garantire un elevato livello di ridondanza, oltre a ottimizzare l’uptime delle applicazioni e la protezione dei dati. In questo modo, le organizzazioni possono evitare di pagare il riscatto in caso di attacco informatico e sfruttare una robusta soluzione di disponibilità dei dati.

La soluzione formata da Veeam e Hewlett Packard Enterprise (HPE) è facile da installare e ricca di funzionalità estremamente utili che la rendono una soluzione di disponibilità dei dati di classe enterprise: test ambientali, rapido ripristino o recupero dei dati o blocco dell’infrastruttura.

Leggi questo brief sulla soluzione congiunta contro il ransomware di Veeam e Hewlett Packard Enterprise (HPE) che descrive in dettaglio l’ascesa degli attacchi ransomware, i rischi del ransomware per l’azienda e per l’IT e spiega come è possibile integrare e istallare le piattaforme di storage HPE con il software Veeam per contrastare le minacce ransomware degli hacker.

Please rate how helpful this article was to you:
5 out of 5 based on 1 ratings
Thank you for helping us improve!
An error occurred during voting. Please try again later.