Leader globale n. 1

Datalogic passa a Google Cloud e assume il controllo dei dati con Veeam

Consentendoci di controllare i nostri dati on-premises e nel cloud, Veeam aiuta Datalogic a rimanere un leader dell'innovazione. Siamo un'azienda unica che occupa una posizione di mercato unica e Veeam ci sta aiutando a costruire su questo vantaggio competitivo.
Roberto Mondonico
Group CIO, Datalogic

La sfida di business

Datalogic è un innovatore prolifico. I suoi dispositivi per l'acquisizione dei dati e l'automazione dei processi si trovano nei negozi, nelle fabbriche e in molte altre località in tutto il mondo. Per continuare a superare i limiti del suo settore, l'azienda cerca sempre di accelerare l'innovazione.

Con specialisti di ricerca e sviluppo e ingegneri dislocati in tutto il mondo, Datalogic ha colto l'opportunità di aiutare le sue menti più brillanti a lavorare insieme. Tuttavia, ha dovuto prima superare la problematica della condivisione dei dati su grandi distanze.

“Sia i nostri team di ricerca e sviluppo che quelli di ingegneria utilizzano tonnellate di dati nel loro lavoro quotidiano”, ha affermato Roberto Mondonico. “Se volevano collaborare oltre confine, dovevamo dare loro la possibilità di accedere rapidamente a set di dati condivisi, ma replicarli tra data center locali sarebbe diventato costoso molto presto”.

Così è nata la strategia cloud di Datalogic. Passando a un ambiente centralizzato basato su cloud con supporto per il machine learning e il deep learning, l'azienda ha colto l'opportunità di promuovere un migliore utilizzo delle competenze in tutta l'azienda.

“Abbiamo scelto Google Cloud come cloud di destinazione”, ha dichiarato Roberto Mondonico. “Ora dovevamo pianificare la migrazione, un compito non da poco per un'azienda ad alta intensità di dati come la nostra, che apprezza la velocità dell'innovazione sopra ogni altra cosa”.

La Soluzione Veeam

Per facilitare il passaggio al cloud, Datalogic ha scelto la Veeam Data Platform, che consente una migrazione semplice e a basso rischio dei carichi di lavoro dei dati tra ambienti on-premises e cloud. Veeam è anche la soluzione di protezione dei dati preferita dall'azienda.

Per accelerare ulteriormente la migrazione, il team IT ha utilizzato Veeam per realizzare delle repliche di ciascuna delle sue macchine virtuali (VM) e le ha attivate in Google Cloud.

“Con Veeam, siamo riusciti a migrare un numero enorme di VM in un periodo straordinariamente breve”, ha affermato Pierpaolo Antonucci. “Stiamo considerando una strategia multi-cloud per il futuro e sappiamo che Veeam ci supporterà anche in questo caso, poiché rende estremamente semplice lo spostamento dei dati tra diverse piattaforme on-premises e cloud”.

Da oltre otto anni, Datalogic si affida a Veeam per proteggere le sue informazioni mission-critical. Oggi l'azienda dispone di 400 TB di dati; anche se questo dato è in rapida crescita come risultato delle attività di ricerca e sviluppo e ingegneria di Datalogic.

“Il responsabile IT delle nostre attività negli Stati Uniti ci ha consigliato di utilizzare Veeam all'interno del gruppo Datalogic e noi l'abbiamo adottata con entusiasmo”, ha dichiarato Pierpaolo Antonucci. “Con Veeam eseguiamo il backup dei nostri sistemi on-premises rimanenti e di tutto ciò che è ospitato in Google Cloud. Ci offre la possibilità di proteggere il 100% dei nostri dati con una percentuale di successo del backup quasi perfetta”.

Datalogic ha ora centralizzato il controllo e la visibilità della protezione dei dati in tutta l'azienda. Le informazioni fornite da Veeam stanno dando i loro frutti, aiutando il team IT a ottimizzare l'uso delle risorse, semplificando al contempo la conformità ai requisiti normativi.

Grazie a Veeam, Datalogic ha potenziato la sua capacità di ripristinare velocemente da incidenti significativi, anche in caso di un grave attacco informatico. Invece di fare affidamento sulla valutazione del proprio livello di rischio, l'azienda chiama ogni anno un valutatore di terze parti per eseguire questo compito.

“La sicurezza informatica è una priorità crescente per noi, quindi ogni anno ci rivolgiamo a un'azienda diversa per condurre test di penetrazione”, ha affermato Angelo Iannello. “Finora nessuno è stato in grado di accedere ai nostri server di backup Veeam, quindi ci hanno valutato molto positivamente. In prospettiva futura, prevediamo di utilizzare Veeam per creare un ulteriore backup nel cloud. Qualunque cosa decidiamo di fare dopo, Veeam ci consente di assumere il controllo dei nostri dati per avere successo”.

I risultati

  • Ha consentito a Datalogic di spostare i carichi di lavoro tra ambienti on-premise e cloud, rimuovendo i vincoli alla sua trasformazione digitale 
    Conferendoci il controllo dei nostri dati, Veeam sta aiutando Datalogic a rimanere un leader dell'innovazione”, ha affermato Roberto Mondonico. “Siamo un'azienda unica che occupa una posizione di mercato altrettanto unica e Veeam ci sta aiutando a costruire su questo vantaggio competitivo”.
  • La percentuale di successo del backup è stata portata a quasi il 100%, consentendo la protezione completa dei 400 TB di dati di Datalogic 
    Il team IT di Datalogic viene avvisato nell'improbabile eventualità di un errore di backup, consentendo di agire immediatamente per ridurre al minimo la perdita di dati in caso di disastro.
  • Ha contribuito al raggiungimento da parte di Datalogic di un elevato rating di sicurezza informatica da parte di un valutatore di terze parti, grazie alla capacità di ripristinare i dati in modo rapido e affidabile 
    Ogni anno ci rivolgiamo a un'azienda diversa per cercare le vulnerabilità nei nostri sistemi”, ha affermato Angelo Iannello. “Da quando abbiamo implementato Veeam, abbiamo sempre ricevuto punteggi elevati per la sicurezza dei nostri backup e la nostra capacità di ripristinare i dati”.

Azienda:

Se vuoi automatizzare l'acquisizione dei dati o i processi relativi, rivolgiti a Datalogic. Il leader tecnologico globale progetta e produce dispositivi utilizzati nei settori della vendita al dettaglio, della produzione, dei trasporti, della logistica e della sanità, con sedi distribuite in 27 Paesi, tra cui centri di ricerca e progettazione (R&D), stabilimenti di produzione e laboratori in Italia, Stati Uniti, Vietnam e Cina.

Sfida:

Oltre 50 anni, Datalogic aumenta le proprie quote di mercato mantenendo una posizione all'avanguardia. Ora l'azienda sta abbattendo le barriere all'innovazione con il passaggio al cloud, supportando i dipendenti di tutto il mondo per collaborare in modo efficace. Tuttavia, per rendere un successo il suo percorso verso il cloud, Datalogic era alla ricerca di uno strumento in grado di consentire una migrazione dei dati facile e a basso rischio tra le piattaforme e di fornire una protezione continua dei dati.

Risultati:

  • Ha consentito a Datalogic di spostare i carichi di lavoro tra ambienti on-premise e cloud, rimuovendo i vincoli alla trasformazione digitale.
  • La percentuale di successo del backup è salita a quasi il 100%, consentendo la protezione completa dei 400 TB di dati di Datalogic.
  • Ha contribuito al raggiungimento da parte di Datalogic di un elevato rating di sicurezza informatica da parte di un valutatore di terze parti grazie alla capacità di ripristinare i dati in modo rapido e affidabile.