Utilizzo dell'utilità Diskshadow per testare manualmente le operazioni VSS

KB ID: 1980
Prodotto: Veeam Backup & Replication;Veeam Endpoint Backup;Veeam Agent for Microsoft Windows
Versione: All
Pubblicato:
Last Modified: 2018-12-07
KB Languages: EN

Challenge

Questo articolo descrive i passaggi necessari per creare manualmente una copia shadow del volume utilizzando l'utilità della riga di comando Diskshadow di Windows.
 

Cause

I prodotti Veeam utilizzano il servizio Microsoft Volume Shadow Copy Service (VSS) per una serie di attività:

  • Negli ambienti VMware, VSS garantisce la consistenza delle transazioni durante il backup di macchine virtuali Windows.
  • In Hyper-V su Windows Server 2008R2, 2012 e 2012R2, VSS è il componente principale dell'API di backup.
  • Veeam Agent per Windows (precedentemente Veeam Endpoint Backup) utilizza VSS per garantire che i dati siano consistenti.
  • VSS viene utilizzato per attivare il troncamento dei log delle transazioni per Microsoft Exchange.
Durante il processo di troubleshooting, a volte è necessario verificare se il servizio Copia Shadow del volume funziona correttamente. È possibile eseguire un test rapido per un singolo volume utilizzando l'utilità Copie shadow (vedere KB1794). Windows Server Backup è generalmente sufficiente per i test di isolamento (e potrebbe essere preferito dal supporto Microsoft), ma non supporta tutte le possibili configurazioni.
 
L'utilità della riga di comando di Diskshadow fornisce un maggior livello di supporto ed è una corrispondenza migliore per il modo in cui i prodotti Veeam utilizzano l'API VSS. Tuttavia, è disponibile solo su Windows Server 2008 o versioni successive; non è disponibile per le versioni client di Windows.
 

Soluzione

Testare la creazione di copie shadow, poi esaminare ed Interpretare i risultati (sotto).

Ambienti VMware o backup di agenti
Modalità Copy-Only
Utilizzare questo metodo quando il troncamento del log delle transazioni non è rilevante. Per un confronto ottimale, specificare Copy-Only nelle impostazioni del lavoro Veeam.
Da un prompt dei comandi con diritti di amministratore, eseguire il comando mountvol senza parametri. Visualizzerà i punti di monta e i GUID dei volumi per tutti i volumi del sistema. Vedere Ricerca di GUID del volume alla fine di questo articolo per ulteriori informazioni.

Da un prompt dei comandi con diritti di amministratore, eseguire i seguenti comandi:

​diskshadow /l c:\windows\temp\output.txt (Il paramentro /L è opzionale e abilita logging nel file. Il percorso indicato è un esempio.)
set verbose on
set context volatile
 
Poi, aggiungere ogni volume che farà parte del set di backup. In genere, si tratterà di tutti i volumi, inclusa la partizione riservata di sistema. Vedere Ricerca di GUID del volume alla fine di questo articolo per ulteriori informazioni.
Esempi:
add volume \\?\Volume{3c8d1bcb-9d95-11e5-80b0-806e6f6e6963}\
add volume X:
add volume C:\ClusterStorage\Volume1
 
Una volta aggiunti tutti i volumi, avviare la creazione della copia shadow:
create

Normalmente, le copie shadow create in questo modo verranno automaticamente eliminate quando Diskshadow si chiude o viene resettato, ma il comando delete shadows è disponibile se necessario.
 
Nota: alcuni problemi potrebbero essere isolati in un singolo volume. Per identificare il volume responsabile di un errore, aggiungere un solo volume al set di backup, creare la copia shadow, uscire o reimpostare Diskshadow prima di ricominciare con il volume successivo.

Modalità Full 

La modalità completa è l'impostazione predefinita per i job di Veeam. Questo metodo notificherà ai writer VSS che si è verificato un backup. Alcune applicazioni, incluso Microsoft Exchange, tronchiano automaticamente i log delle transazioni in risposta a questa notifica. Altre applicazioni, come Microsoft SQL Server, registrano che è stato eseguito un backup ma non troncano i log delle transazioni.

Per testare il troncamento del log insieme alla creazione della copia Shadow, eseguire i seguenti comandi.

Da un prompt dei comandi con diritti di amministratore, eseguire il comando mountvol senza parametri. Visualizzerà i punti di monta e i GUID dei volumi per tutti i volumi del sistema. Vedere Ricerca di GUID del volume alla fine di questo articolo per ulteriori informazioni.

Da un prompt dei comandi con diritti di amministratore, eseguire i seguenti comandi:
​diskshadow /l c:\windows\temp\output.txt (Il paramentro /L è opzionale e abilita logging nel file. Il percorso indicato è un esempio.)
set verbose on
set context volatile

Poi, aggiungere ogni volume che farà parte del set di backup. In genere, si tratterà di tutti i volumi, inclusa la partizione riservata di sistema.
Esempi:

add volume \\?\Volume{3c8d1bcb-9d95-11e5-80b0-806e6f6e6963}\
add volume X:
add volume C:\ClusterStorage\Volume1

Vedere Ricerca di GUID del volume alla fine di questo articolo per ulteriori informazioni. Una volta aggiunti tutti i volumi, avviare la creazione della copia shadow:

begin backup
create

Una volta creata la copia shadow, informare i writer VSS che il backup è stato completato. Per alcuni writer, ciò attiverà il troncamento del log delle transazioni:
end backup

Normalmente, le copie shadow create in questo modo verranno automaticamente eliminate quando Diskshadow si chiude o viene ripristinato, ma il comando delete shadows è disponibile se necessario.
 
Ambienti Hyper-V
Nota: le seguenti informazioni sono applicabili a Server 2008R2, 2012 e 2012R2.
Veeam Backup & Replication crea copie shadow di volumi contenenti macchine virtuali. Per i backup consistenti a livello di transazione (utilizando funzionalità “Application-Aware Image Processing” o “Hyper-V quiescence”), il writer VSS Hyper-V attiva il servizio “Hyper-V Volume Shadow Copy Requester” in ogni VM per creare copie shadow dei volumi all'interno della VM. I messaggi di errore generati dall'insucesso di creazione della copia shadow in genere non indicano se il problema è isolato in un volume hypervisor o in un volume guest.

Inizia isolando se l'errore si verifica solo quando si utilizza “Application-Aware Image Processing”  o “Hyper-V quiescence”. Se il problema non si verifica quando entrambe le opzioni sono disabilitate, testare la creazione della copia shadow dall'interno della macchina virtuale come descritto nella sezione Backup di VMware Environments o Agent, sopra.
Se la creazione dello Snapshot fallisce per i backup di tipo Crash-Consistent, o se la creazione della copia shadow in-guest ( dentro la VM) non genera errori, potrebbe essere necessario testare la creazione della copia shadow sull'host Hyper-V. Poiché il backup Hyper-V può essere complesso, è consigliato un approccio basato su script. Il supporto Veeam può eseguire un test basato su script che raccoglie anche una quantità significativa di informazioni utili. Contattare l'assistenza per pianificare una sessione remota e chiedere informazioni su hv_mkshadow.
Avviso: il tentativo di eseguire una copia shadow di un volume contenente macchine virtuali attiverà la creazione di copie shadow in-guest su tutte le VM su quel volume, a meno che non sia espressamente escluso. Ciò potrebbe avere effetti negativi sulle prestazioni o sulla reattività di queste macchine virtuali e dell'host Hyper-V. Veeam Backup e lo script hv_mkshadow escludono componenti writer VSS non necessari dalla copia shadow.

Trovare i GUID dei volumi
Per aggiungere volumi privi di un punto di montaggio (come la partizione riservata di sistema), utilizzare il GUID del volume ottenuto tramite lo strumento della riga di comando mountvol o l'utilità Copie shadow.
Per accedere all'utilità Copie shadow, fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi volume e scegliere Configura copie shadow. Nei sistemi operativi precedenti, questa potrebbe essere una scheda in Proprietà. Nell'utilità Copie shadow:
  1. Seleziona il volume visualizzato come GUID
  2. Fai clic su Impostazioni ...
  3. Copia il GUID del volume dalla finestra delle impostazioni e incollalo in DiskShadow.
User-added imageIn alternativa, eseguire "mountvol" da un prompt dei comandi; sotto usage information (informazioni sull'utilizzo) sara un elenco di GUID e i relativi punti di monta associati, se presenti.

 

More Information

Interpretazione dei risultati
In genere, se la creazione della copia shadow fallisce tramite i prodotti Diskshadow e Veeam, ciò indica che il problema è isolato dalla creazione della copia shadow. Risolvi gli errori segnalati da Diskshadow e dagli eventi che appaiono nel Visualizzatore eventi.
 
La risoluzione dei problemi relativi alla creazione della copia shadow o al troncamento del log delle transazioni potrebbe necesitare l'assistenza del supporto tecnico Microsoft.
 
Due esempi di guasti riportati direttamente da Diskshadow sono i seguenti. Il primo è un'istanza in cui il servizio Copia Shadow del volume non riesce, si blocca o viene interrotto a metà del processo di creazione. L'errore "RPC server" può essere un po’ “fuorviante”; in questo caso è stata inviata una chiamata al servizio Volume Shadow Copy che non era lì per riceverla.
COM call "m_pVssBackup->StartSnapshotSet" failed.


The last operation failed.
- Returned HRESULT: 800706ba
- Error text: The RPC server is unavailable.
 
Un altro esempio mostra un problema più comune, quello del volume con spazio di archiviazione libero insufficiente per la creazione della copia shadow.
 
The last operation failed.
- Returned HRESULT: 8004231f
- Error text: VSS_E_INSUFFICIENT_STORAGE
 
Questi messaggi in genere seguono immediatamente l'elenco di writer inclusi e dovrebbero essere l'ultimo output restituito nel processo di Diskshadow.
In alcuni casi, la creazione della copia shadow avrà esito positivo tramite Diskshadow, ma nel registro eventi verranno generati eventi di errore o avviso. Se vengono generati errori simili quando i processi di backup o di replica di Veeam non riescono a creare una copia shadow, di solito indica che l'applicazione Veeam sta interrompendo la copia shadow in risposta agli errori. In questa situazione, si può presumere che l'applicazione Veeam funzioni correttamente, pertanto è meglio concentrare la risoluzione dei problemi su tutti gli eventi visualizzati nel Visualizzatore eventi.
La risoluzione dei problemi relativi alla creazione della copia shadow o al troncamento del log delle transazioni potrebbe richiedere l'assistenza del supporto tecnico Microsoft.
L'errore "Chiamata COM" lvssObject4-> GetRootAndLogicalPrefixPaths "non riuscito" può essere ignorato. Per ulteriori informazioni, vedere Microsoft KB3025158.

 

Attenzione: stiamo apportando dei cambiamenti che limiteranno l’accesso agli aggiornamenti di prodotto per gli utenti senza un contratto attivo.

OK

Valuta la qualità di questo articolo della KB: 
4.4 out of 5 based on 37 ratings

Non riesci a trovare ciò che cerchi?

Qui sotto è possibile proporre un’idea per un nuovo articolo della knowledge base.

Richiesta nuovo contenuto