L’ultimo, il migliore: Veeam Backup & Replication v11

Quando Veeam Backup & Replication v11 è stato reso disponibile nel febbraio di quest’anno, non avevo idea dell’impatto che questa release avrebbe avuto sul mercato. La V11 è arrivata all’undicesimo anno della mia presenza qui in Veeam, e anche se sapevo che era la release più importante di sempre, ne sono rimasto impressionato!

Panoramica di Veeam Backup & Replication v11

La V11 ha introdotto oltre 200 nuove funzionalità e miglioramenti. Le funzionalità principali che continuano a essere implementate sul mercato comprendono la Continuous Data Protection (CDP), il repository Linux con protezione avanzata, nuove funzionalità di ripristino istantaneo per NAS, i database Microsoft SQL Server e Oracle, il supporto per l’archiviazione nel cloud e più opzioni che mai di Backup as a Service (BaaS) e Disaster Recovery as a Service (DRaaS) basati su Veeam.

Abbiamo anche colto l’occasione della V11 per semplificare il processo di upgrade (dai un’occhiata al mio V11 Upgrade Center) sfruttando la Veeam Universal License e adottando una patch cumulativa dopo la disponibilità al pubblico (GA) della V11.

Risorse di Veeam Backup & Replication v11

L’innovazione, però, non si ferma qui. La V11 è stata aggiornata ancora una volta per incorporare non solo eventuali scenari aggiuntivi individuati dopo la GA, ma anche per integrare nuove funzionalità pronte. A proposito, il modo migliore per ottenere un’anteprima di tutte le novità è iscriversi ai Forum R&D Veeam, per ricevere il report settimanale direttamente da Anton Gostev (Senior VP of Product Management) in persona sullo stato più recente dei prodotti Veeam. Un’altra ottima risorsa a cui attingere è il Veeam Community Resource Hub, che contiene script, discussioni e scenari di utilizzo discussi da un gruppo attivo di utenti Veeam.

L’ultimo aggiornamento è stato messo insieme nella V11a e contiene gli ultimi update dal rilascio della GA, ma anche nuove funzionalità. Tra questi, il più notevole è l’iterazione continua nel cloud che fornisce aggiornamenti perAWS, Azure e GCP. Inoltre, inizia subito ad adottare e a testare con il supporto completo di Windows Server 2022. Parlando di integrazione profonda, la V11a ora ha la possibilità di far gestire lo storage di backup di Kasten K10 dai repository di Veeam Backup & Replication, una funzionalità presentata in anteprima a VeeamON. Questo è un modo molto semplice per consentire all’infrastruttura di backup di Veeam di gestire i backup Kubernetes forniti da Kasten K10 by Veeam.

Veeam Backup & Replication v11 batte il ransomware

Sebbene tutte queste novità siano motivo di grande slancio, con nuove funzionalità di cui essere entusiasti, dobbiamo rimanere costantemente vigili rispetto alle minacce ai dati. Il ransomware è qualcosa che dobbiamo affrontare tutti e abbiamo continuato a guidare l’innovazione nei nostri prodotti per fornire più opzioni di immutabilità che mai. Dalla release della GA sono stati pubblicati due white paper significativi per fornire le informazioni necessarie per la resilienza contro il ransomware:

Queste due risorse sono il modo per assicurarti di avere tutto ciò di cui hai bisogno per difenderti dalle minacce di oggi.

Cosa dicono gli altri della V11?

Ora che la V11 è sul mercato da un po’, ho avuto la possibilità di contattare i Veeam Vanguards e i Veeam Legends per vedere quali sono le loro caratteristiche preferite della V11, ed ecco cosa mi hanno detto:

Mildur, un Veeam Legend:

“La mia funzionalità preferita è il nuovo repository Linux con protezione avanzata, che offre un livello di sicurezza aggiuntivo per il repository di backup primario.

La mia seconda caratteristica preferita è Linux FLR senza FLR Appliance. Possiamo sfruttare le nostre VM Linux di gestione per eseguire il ripristino FLR, senza che sia necessario aggiungere un ulteriore host vSphere o Hyper-V per eseguire i ripristini FLR. Una buona funzionalità se nell’ambiente sono presenti solo host Nutanix AHV”.

Frank Iversen, un Veeam Legend:

“Le mie funzionalità preferite sono, senza ombra di dubbio, le opzioni di backup nativo per il cloud in AWS. Con i backup immutabili disponiamo di una potente difesa dagli attacchi ransomware”.

Didier Von Hoye, un Veeam Vanguard:

“Il repository con protezione avanzata Veeam in Veeam Backup & Replication v11 ha notevolmente migliorato la nostra protezione on-premises dal ransomware. Non è più solo il nostro Capacity Tier off-site su object storage S3 nel cloud a essere protetto tramite l’immutabilità. Ora anche i nostri Performance Tier del repository SOBR Linux on-premises, sia per i backup primari che secondari, sfruttano l’immutabilità senza una soluzione di terze parti ma sul nostro hardware”.

James Kilby, un Veeam Vanguard:

“Il Veeam Archive Tier e le opzioni di immutabilità aggiuntive sono ottimi modi per proteggersi da guasti e compromissioni del sito””

Michael Paul, un Veeam Legend:

“La mia funzionalità Veeam V11 preferita è l’integrazione estesa con Veeam Backup for AWS/Azure e, presto in arrivo con la V11a, GCP. Fa risparmiare tempo e consente nuovi flussi di dati di protezione come cloud to tape e cloud to Veeam Cloud Connect, assicurando la conformità al backup 3-2-1”.

BertrandFR, un Veeam Legend:

“La mia prima funzionalità preferita è il repository Linux con protezione avanzata, per una maggiore sicurezza del Performance Tier.

La seconda è la CDP: l’RPO di 15 secondi per il secondo data center è fantastico!”

Chris Childerhose, un Veeam Vanguard:

“La mia funzionalità Veeam V11 preferita è la nuova funzionalità CDP, che ha consentito ai clienti di avere un’altra opzione per i servizi DRaaS”.

Al Rasheed, un Veeam Vanguard:

“Le funzionalità integrate nella V11 offrono stabilità, facilità d’uso e tranquillità. Con l’assistenza clienti di Veeam, la moderna strategia per i dati è sicura, con interruzioni o perdite di dati minime”.

Geoff Burke, un Veeam Legend:

“Uno dei miei preferiti è l’agente persistente. Prima c’era un reg edit per gli agenti Linux e utilizzandolo avevo notato come l’inserimento costante degli agenti potesse essere dannoso in alcuni casi. Poiché i backup application aware in Windows utilizzano un agente inserito, è bene avere la possibilità di lasciarlo in esecuzione nel sistema operativo guest”.

Joe Meixner, un Veeam Legend:

“La mia funzionalità preferita è il repository Linux con protezione avanzata. Ti offre una protezione in più dal malware che causa la crittografia.

La seconda funzionalità preferita è il job di backup basato su una combinazione di tag VMware. È un’ottima funzionalità poter assegnare automaticamente le VM ai job”.

vNote42, un Veeam Legend e Veeam Vanguard:

“La mia funzionalità Veeam V11 preferita è il repository con protezione avanzata, con cui è possibile implementare i backup immutabili on-premises senza problemi. Viene utilizzato come un normale repository.

Un’altra grande novità della V11 è il Persistent Guest Agent. Può essere utilizzato per gestire gli agenti di backup in modo più sicuro”.

Hai visto Veeam ultimamente?

La realtà è che la V11 offre così tante nuove funzionalità che a volte è difficile partire e decidere da dove iniziare e cosa guardare. Non preoccuparti, perché iniziare è più facile di quanto pensi. Puoi scaricare una prova molto facilmente dal sito Web e avere un backup in esecuzione in pochi minuti. Allo stesso modo, se non hai ancora eseguito l’aggiornamento alla V11, farlo è più facile che mai. Ho aggiornato il V11 Upgrade Center, che ora copre anche la V11a, e puoi scaricarla da lì.

NUOVO
V11A

Elimina la perdita di dati
Elimina il ransomware

#1 Backup and Recovery

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.