È un dato di fatto: Veeam e VMware sono meglio insieme!

Mantenere dati e applicazioni disponibili 24.7.365 non è facile. Il costo medio annuale di downtime stimato per un’azienda può arrivare fino a 16 milioni di dollari, e questo costo continua ad aumentare. Nel momento in cui passiamo all’era della trasformazione digitale, per i CIO diventa ancora più critico semplificare le operazioni, rispondere o superare gli SLA organizzativi per la disponibilità e stabilire degli allineamenti rigorosi tra le capacità dell’infrastruttura e le capacità del prodotto di proteggere i dati.

Siamo convinti che esista un rapporto simbiotico tra le implementazioni ESXi di VMware e le soluzioni Veeam Availability. Veeam ha voluto comprendere meglio e dimostrare l’impatto e i vantaggi riscontrati dai suoi clienti e utenti di VMware, e pertanto ha coinvolto IDC per svolgere uno studio indipendente intervistando i clienti, l’85% dei quali è utente VMware.

Come dimostra chiaramente la ricerca di IDC, i clienti Veeam che hanno implementato Veeam con VMware riscontrano livelli di soddisfazione e un conseguimento degli SLA a livelli più elevati rispetto a chi ha implementato VMware da solo. I dati hanno dimostrato che i tempi di ripristino effettivi, quando si usa VMware con Veeam, sono due volte migliori rispetto a VMware senza Veeam. L’RPO con Veeam è dieci volte migliore rispetto ai tempi di ripristino con VMware da solo. E per RTO e RPO, i clienti Veeam sono stati in grado di superare i requisiti degli SLA. E quindi, in sostanza? Veeam e VMware sono chiaramente meglio insieme!

Secondo lo studio, inoltre, i clienti che utilizzano Veeam adottano le tecnologie di virtualizzazione a tassi più elevati rispetto alla media del settore, e considerano Veeam come un facilitatore di ulteriori implementazioni della virtualizzazione. Circa il 70% dei carichi di lavoro x86 sono attualmente virtualizzati. Tuttavia, per i clienti Veeam, la percentuale è effettivamente più elevata. I dati dimostrano che il 78% dei clienti Veeam ha adottato una virtualizzazione superiore al 75% (il 46% l’ha adottata in una percentuale superiore al 90%). Inoltre, quasi tre su quattro clienti (73%) vede Veeam come un fattore trainante per una futura virtualizzazione.

Quasi l’80% dei clienti Veeam indica di aver predisposto dei piani per eliminare o ridurre l’utilizzo dei prodotti di backup tradizionali all’interno del proprio ambiente. Sappiamo che il backup tradizionale non è più sufficiente, e ora sappiamo che i nostri clienti sono d’accordo con noi!

La ricerca di IDC ha impiegato un totale di 1.244 risposte dei clienti Veeam in Nord America, Europa e nel resto del mondo. Per scaricare il rapporto completo, visita Ricerca IDC: Veeam guida l'adozione dell'infrastruttura virtuale e il conseguimento dei livelli di servizio.

Peter Ruchatz
Peter Ruchatz
Peter Ruchatz è Chief Marketing Officer per Veeam Software con oltre 15 anni di esperienza nel settore IT e della consulenza (Salesforce.com, Microsoft, Boston Consulting Group e altri). È responsabile delle strategie e iniziative di marketing e comunicazione globale di Veeam, incluso il posizionamento e la messaggistica, la strategia di prodotto, le alleanze internazionali e i programmi di formazione. Peter consolida e guida il marchio globale e la reputazione di Veeam nel mondo, estendendone la presenza e la conoscenza presso il pubblico attraverso programmi di marketing scalabili e all'avanguardia, per aiutare i team di vendita e i partner Veeam a portare il proprio business ad un livello di successo superiore.
More about author
Rate the quality of this Article:
No votes yet.
Please wait...
V10

Better Backup

Faster. Stronger. Smarter

Learn more